SOS Abruzzo

LIDA Firenze

A TUTTII VOLONTARI! RICHIESTA DI AIUTO URGENTE ALL’AQUILA!

Posted by lidafirenze su 24 giugno 2009

ABBIAMO URGENTE BISOGNO DI CIBO SECCO E UMIDO PER GATTI E LETTIERE.
OGNI GIORNO UNA SQUADRA DI TRE VOLONTARI ACCOMPAGNATI DAI VIGILI DEL FUOCO ALIMENTANO PIU’ DI CENTO PUNTI DI RISTORO NELLE ZONE ROSSE DI L’AQUILA.
CIO’ SIGNIFICA CHE OGNI GIORNO CONSUMIAMO CIRCA 15 KG DI SECCO E 5 KG DI UMIDO.
INOLTRE I GATTI FERITI E I CUCCIOLI RICOVERATI E CUSTODITI DA NOI SONO MOLTISSIMI E NON ABBIAMO PIU’ TERRA PER GATTI.
PER FAVORE, SE POTETE ORGANIZZARE RACCOLTE NEI SUPERMERCATI O AVETE DELLE DITTE CHE CI AIUTEREBBERO, FATECELO SAPERE: E’ VERAMENTE URGENTE.
GRAZIE A TUTTI
GRAZIE ALLE PERSONE CHE CI HANNO RISPOSTO E CHE CI STANNO AIUTANDO.
ELVIRA E FABIANA 3933567046-3470810209
elvira.damiani@tin.it

Posted in dai volontari dell'Aquila | Leave a Comment »

SoS aquila

Posted by lidafirenze su 26 maggio 2009

Ciao a tutti,

è da due settimane che vado avanti e indietro dall’Abruzzo per cercare di aiutare gli animali in difficoltà che sono tanti. Nella fattispecie mi sto occupando delle colonie feline del centro de L’Aquila e dell’eventuale recupero di gatti padronali.
Come ben sapete nella città non si può entrare, lo possono fare solo le persone autorizzate e chi ci abitava per entrare velocemente, accompagnati dai vigili del fuoco, per recuperare le cose più strettamente necessarie.
In questa situazione gli animali più a rischio sono i gatti randagi, che sono tantissimi (nessuno è sterilizzato!!!).
Loro stanno morendo di fame e di sete perché non si può entrare nel centro della città. In questi giorni abbiamo lasciato croccanitni e ciotole di acqua in giro, catturato alcuni gatti e portati a Roma per farli sterilizzare. Molti di loro erano già magri, disidratati. Le femmine incinte o avevano appena partorito (due di loro hanno partorito appena arrivate a Roma dei mostriciattoli già morti). Insomma una tragedia che si complicherà col passare del tempo.

Chiedo a tutti quelli che hannno la possibilità di accogliere i gatti randagi in una struttura di offrirsi poiché il loro destino è morire di fame ora, oppure schiacciati dalle ruspe quando verranno per buttare giù le case distrutte.

Io torno a L’Aquila mercoledì e spero di catturare altri gatti.

Grazie Patrizia
340 5365905

Posted in Notizie da volontari indipendenti | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

RICHIESTA DI AIUTO

Posted by lidafirenze su 25 maggio 2009

DA OLTRE UN MESE E MEZZO, I VOLONTARI DELL’UNITA’ DI CRISI VETERINARIA E DEL CANILE SANITARIO DELLA ASL, STANNO PROVVEDENDO QUOTIDIANAMENTE, CON LA COLLABORAZIONE DEI GRUPPI CINOFILI DEI VIGILI DEL FUOCO, ALL’ALIMENTAZIONE DELLE COLONIE FELINE DEL CENTRO STORICO DI L’AQUILA E DI TUTTE LE ZONE ROSSE.
PER QUESTA ATTIVITA’ ABBIAMO BISOGNO DI UN RIFORNIMENTO URGENTE DI CIBO SECCO E UMIDO PER GATTI. CHIUNQUE VOLESSE AIUTARCI PUO’ CONTATTARMI VIA MAIL O AL 3933567046. GRAZIE DI CUORE
ELVIRA elvira.damiani@tin.it
www.piccoliamicigrandiamori.bligspot.com

Posted in Notizie da volontari indipendenti | Leave a Comment »

AIUTIAMO GLI ANIMALI TERREMOTATI di NAVELLI e SAN BENEDETTO IN PERILLIS

Posted by lidafirenze su 20 maggio 2009

DSCN9001DSCN9000DSCN8998DSCN8993DSCN8871P1000427Una nostra amica volontaria, Patrizia, di Ancona si è recata la settimana scorsa in Abruzzo per prestare soccorso agli animali terremotati di vari paesi. Precisamente è stata a NAVELLI paese che si trova vicino all’Aquila e a SAN BENEDETTO IN PERILLIS.

In entrambi i paesi la situazione animali è drammatica. Sopratutto a NAVELLI: in questo paese, dopo il terremoto, gli animali sono rimasti completamente soli, il paese è rimasto disabitato e nessuno si è preoccupato di andare a sfamare questi animali; solo questa volontaria che si trovava in zona si è data da fare per prestare soccorso ma ora è tornata a casa.DSCN5513 Bisogna assolutamente che qualche volontario della zona soccorra questi poveri animali rimasti soli, e che li faccia sterilizzare tramite l’Asl.

La situazione animali in Abruzzo sembrava sotto controllo ma evidentemente non è così, ci sono diversi paesi disabitati dove gli animali non hanno neanche il cibo e per questo chiediamo aiuto ai volontari della zona e non, che possano recarsi in questi due paesi NAVELLI e SAN BENEDETTO IN PERILLIS e aiutare queste colonie di gatti e cani: vi mando in allegato le foto scattate dalla volontaria Patrizia.

Grazie. Domiziana

Se potete rigirare il mio messaggio a qualche conoscente volontario

domiblu@tiscali.it

Posted in Notizie da volontari indipendenti | Leave a Comment »

Maltrattamento gatti all’Aquila

Posted by lidafirenze su 19 maggio 2009

horror (5)horror (2)L’aquila horror: una signora sei mesi fa scopre casualmente che in un campo in periferia una dozzina o più di gatti sono chiusi in ”gabbie” che vedete in foto tra cacca e schifo chiamato chi si occupa di maltrattamenti animali e viene trovato il ragazzo che si giustifica con la scusa che li al condominio glieli volevano avvelenare e così li ha rinchiusi lì…

Gli viene intimato di lasciare aperta la gabbia di modo che i mici entrano ed escano, ma ieri ripassiamo e i mici sono li ancora tra cacca e pipì, ammassati, ammucchiati, ti guardano spiritati, non miagolano. Per loro la via e’ li dentro!
Non sterilizzati, mi dissero, gli mettono croccantini, acqua non ho vista.
Vedete le foto
http://www.facebook.com/album.php?ai…7&l=375b3b5c13
sono circa 12-15 direi

parlato con ciuffetelli che si occupa di maltrattamenti lui può requisire i gatti mi dicono che per la denuncia e’ una cosa lunga, e mi mici andrebbero tolti subito ma dove li metto?
Il gattile sanitario sicuro non li prende , ha solo due gabbie libere devo contattare qalche associazione per vedere se un po e un po si sistemano. Se avete idee… sono mici sicuro socievolissimi abituati a cosi poco spazio…

chiara 320 4333345
gianluca 340 7893476
chiaraghiano@hotmail.com

Posted in Notizie da volontari indipendenti | Leave a Comment »

TERREMOTO AQ: PER NON DIMENTICARE

Posted by lidafirenze su 19 maggio 2009

6-aprile-2009,

22 istanti infiniti irrompono nei nostri sogni e ci scaraventano in una realtà da incubo. La terra si muove violentemente portandosi appresso le nostre vite che da quella notte non saranno più le stesse. Il terremoto ci ha colpito alle spalle, subdolo e insidioso, dopo averci abituato alla sua presenza, per poi sferrare l’attacco finale, quello che ha distrutto la nostra città. Una città ferita a morte, una città sprofondata tra le macerie, una città deturpata, mortificata e agonizzante.

Quel boato terrificante ha interrotto il silenzio della notte, per fare spazio ad un altro silenzio: quello del dolore. Il dolore incolmabile di chi ha visto i propri figli soffocare sotto le macerie, il dolore dignitoso di chi ha visto le proprie case sgretolarsi come creta, il dolore muto di chi ha perso il lavoro, il dolore disperato di chi cerca il proprio amico a quattro zampe, il dolore rabbioso di chi ha visto svanire i propri sogni e il dolore rumoroso dei volontari attivisti animalisti che gridano per ad alta voce per salvare gli animali.
Questo è il terremoto che ci ha sconvolto gli equilibri: è la fine di tutto e l’inizio di tutto. Questa è la mia città che non c’è più, questo è il contesto reale in cui noi volontari operiamo per strappare ogni giorno alla morte gli animali imprigionati e terrorizzati, una situazione in cui difficoltà, tensioni, gioie, frustrazioni, azioni e parole si amplificano. Una realtà di continua emergenza, di continuo bisogno, di continuo pronto intervento. UNA REALTA’ CHE SOLO CHI LA VIVE PUO’ COMPRENDERE E DESCRIVERLA AD ALTRI.
Ed è per questo che voglio tenere viva la memoria, voglio ricordare chi soffre, ha sofferto e sta soffrendo, chi dovrà attendere paziente che il tempo impietoso passi e lenisca le ferite.
Voglio ricordare Concettina, dolce signora di Villa S. Angelo, che ha aiutato me e Fabiana ad aiutare tutti i cani del paese, chè è volata in cielo dopo ore e ore di agonia passate sotto le macerie della propria casa, la stessa casa in cui ci ospitava quando andavamo a prendere i cani. Voglio ricordare centinaia di animali rinchiusi nelle cantine, imprigionati nelle stalle, segregati nei tuguri, strozzati dalle catene a cui l’uomo ha negato ogni possibilità di fuga quella maledetta notte e che sono volati in cielo come polvere di stelle impalpabile.
Questo è il capitolo di un libro che non avrei mai voluto scrivere ma che voglio pubblicare nella memoria di tutti. Questa è la testimonianza di chi era lì e ha visto, vissuto, sentito,
provato, sofferto, discusso, litigato. Questa è la mia testimonianza, dove non ci sono parole, ma solo immagini.
Questo è il mio cuore ferito.
E con questo cuore vi chiedo NON DIMENTICATECI, ABBIAMO ANCORA BISOGNO DI VOI, I NOSTRI ANIMALI HANNO BISOGNO DEL VOSTRO AIUTO PERCHE’ OGNI GIORNO ARRIVANO AL CANILE SANITARIO CANI E GATTI DISPERATI, FERITI, UMILIATI A CUI LA VITA NON HA DATO PRIMA E HA TOLTO ADESSO CHE MERITANO LA FELICITA’ DI UNA CASA.
GRAZIE ELVIRA LE.A.L. – SEZ. AQ
393/3567046

http://www.piccoliamicigrandiamori.blogspot.com/

Posted in Notizie da volontari indipendenti | Leave a Comment »

Attestato che vi certifica che la LIDA Firenze è stata in Abruzzo

Posted by lidafirenze su 14 maggio 2009

attestato

Posted in LIDA Firenze | Leave a Comment »

Abruzzo: riepilogo interventi dei giorni 1-2-3 maggio 2009

Posted by lidafirenze su 13 maggio 2009

Squadra Lida: Francesco e Stefania.

Venerdì 01 maggio 2009 Bazzano:
Alla tendopoli di Bazzano trattato cane con frontline e lasciato cibo per cani e gatti ai loro proprietari, visto il perdurare della scarsa reperibilità di negozi aperti.
Lasciato cibo anche a volontari della croce rossa per i randagi segnalati intorno al campo.
Trattati con frontline anche tre altri cani tra cui una mamma con 4 cuccioli.
Sopralluogo nel paese completamente sfollato dove abbiamo individuato una numerosa colonia felina che si aggira tra le macerie.
Ci è stata segnalata una gatta che ha partorito da alcuni giorni al 1° piano di una casa crollata e purtroppo inaccessibile.
Abbiamo trattato con frontline un bellissimo micione certosino che si riconosce subito per la grande affettuosità che dimostra.
Rifocilliamo la numerosa colonia di micioni e, vista la tarda ora, ci ripromettiamo l’intervento per il giorno successivo.

Sabato 02 maggio, Bazzano:
-Individuiamo due cani randagi tra le rovine del paese e di entrambi riusciamo a risalire ai proprietari che si trovano alla tendopoli di Bazzano.
Uno dei due cani ha un’infezione ad un occhio dovuta ad una ferita ed il proprietario ne aveva perso le tracce. Con il suo aiuto ne decidiamo la cattura e lo portiamo presso la USL di Collemaggio dove Pisolo viene medicato, chippato e restituito al proprietario con il medicinale e le istruzioni per la terapia.
Durante la nostra permanenza nei locali della USL di Collemaggio ci siamo resi conto della gran confusione e scarsa capacità organizzativa e gestionale delle persone responsabili del centro e in un caso particolarmente grave la situazione è sfuggita di mano ai responsabili del centro. Vista la gravità di quanto accaduto, ci riserviamo di rendere note le vicende che probabilmente ci porteranno alla stesura di una denuncia formale sui fatti.

-Torniamo a Bazzano e tra le rovine del paese (50 mt sopra la chiesa) individuiamo una mamma gatta con quattro minuscoli micini nati da poche ore.
Rifocilliamo con abbondante scorta di cibo la mamma (in condizioni non troppo buone), ci accertiamo dello stato dei quattro piccoli batuffolini e prendiamo accordi con Alessandra, una ragazza della tenda 21 del campo Bazzano, affinché si prenda particolare cura di mamma gatta nei giorni a venire. Al riguardo lasciamo abbondante scorta di cibo ad Alessandra, sia per mamma gatta che per tutti gli altri pelosi della colonia.
Mamma gatta la abbiamo trattata con frontline (aveva una zecca sul collo) usando le dovute accortezze per la presenza dei piccoli.

-Individuiamo in zona “Via Borgo”, 2 gatti in condizioni poco buone che decidiamo di catturare.
Il primo micione che catturiamo e che chiamiamo “Spelo”, è un tigrato in condizioni generali pessime, con una forte diradazione del pelo e un forte raffreddore.
La seconda miciona è una bianco-nera con una vistosa pustola sul mento che ci fa pensare ad un tumore.
Considerata la sconfortante situazione riscontrata presso la USL di Collemaggio, decidiamo di portare entrambi al centro Veterinario della Croce Rossa sito a Centicolella.
Spelo viene sottoposto a terapia con antibiotici e “Bianchina” viene operata per la totale asportazione del sospetto tumore e quindi sottoposta a terapia. Entrambi rimarranno al centro di Centicolella per almeno 5/6 giorni. Abbiamo lasciato i nostri nomi e i riferimenti telefonici; i due pelosi sono sotto la custodia Lida, ma questo fine settimana occorre recarsi sul posto per portarli via e reinserirli nel paese a Bazzano in zona via Borgo nr 20. (oppure nella piazzetta sopra la chiesa).
Di Bianchina (è il suo vero nome) siamo risaliti al proprietario, sig. Guetti Nino alloggiato alla tenda nr 110 del campo di Bazzano e che probabilmente si occuperà anche di andare a recuperarla al centro Vet. C.R.I.
Il numero telefonico del centro vet. è: 340 888 3451
Consigliamo a tutti di avvalersi del centro Vet. C.R.I. di Centicolella piuttosto che della USL di Collemaggio.

– Bazzano, Via Nazario Sauro/Chiassetto delle Mandre, segnaliamo grosso cane tipo lupo, colore scuro, alla catena (1,5 mt) con anello su cavo a terra (5 mt). Il cane è in evidente stato di maltrattamento e con una scarsa mobilità (lunghissime unghie ricurve).
Lo abbiamo rifocillato con cibo e acqua.

– L’Aquila via Strinella, seguendo precedente segnalazione abbiamo cercato di rintracciare il sig Raffaele Colapietra, presunto barricato in casa e bisognoso di cibo per i suoi gatti.. Non essendo una segnalazione affidabile (mancava il numero civico) abbiamo provato a leggere i citofoni e chiedere ai rari passanti/residenti, ma nessuno lo conosce. Il telefono 0862-661868, risulta inesistente.
-L’Aquila, Via Strinella nr. 53 (zona aperta) vicino al campo di Collemaggio, di fronte a pescheria e pizzeria “il canguro”, nel cortile interno superiore due/tre micetti in condizioni poco buone e molto magri. Abbiamo lasciato cibo, acqua e ciotole per evidenziare punto pappa agli altri volontari.
-L’Aquila, Porta dei Leoni/via Cittaducale, (al confine con zona rossa), 4/5 gatti in cerca di cibo. li abbiamo sfamati e lasciato ciotoline per evidenziare punto pappa.
-L’Aquila, via Panfilo Tedeschi, P.zza S. Bernardino, via della Maiella, via S. Maria a Forfona, p.zza Matteotti (zona rossa), numerosi gatti randagi a cui abbiamo dato cibo, acqua e lasciate ciotole per evidenziare punto pappa.
In piazza Matteotti troviamo due cani di taglia medio grossa, una femmina di circa 35Kg colore bianco crema, e un maschio di circa 25/30 Kg colore marroncino chiaro.
Dato loro cibo e acqua.
La femmina la abbiamo trattata con frontline, il maschio non si lasciava avvicinare troppo.

Domenica 03 Maggio 2009
-L’Aquila, Centro storico (zona rossa)
accompagnati dalla squadra VVFF “CUNEO 1” che ringraziamo per il supporto prestatoci, interveniamo in:

-Via Niccolò Persichetti, dove cerchiamo 2 gatti maschi smarriti ma non vediamo tracce della loro presenza..
Al num 14, sempre di via Persichetti ci veniva segnalata presenza di gatti all’interno di un cortile e sul posto troviamo la proprietaria Maria Rossella Fattaposta ( 328 37 818 80) che cerca le sue gatte, 1 bianca persiana e 1 europea bianco-nera. nel cortile non troviamo le gatte, lasciamo cibo e acqua.
Poco dopo la sig.ra maria Rossella ci chiama in quanto ha ritrovato la gatta bianco-nera. Lasciamo un nostro trasportino alla signora per portare via la gatta.
Cercare la persiana bianca ancora mancante.

-Via Giovanni XXIII presso incrocio con via Roma, cerchiamo una gatta nera smarrita, arrivando giù sino a via dei Maruccini dove si trova una piccola colonia felina. Avvistiamo una gatta nera a pelo lungo che probabilmente è la stessa segnalata anche sul sito Lida.
Lasciamo cibo e acqua fresca. Abbiamo la sensazione che il punto pappa di via dei Maruccini sia stato un po’ trascurato ultimamente da chi si era preso l’impegno di seguirlo.
La colonia felina si è molto ridotta rispetto a tre settimane prima e i gatti sono in condizioni peggiori.

-Via Giovanni XXIII ai numeri 13 e 15, di fronte all’albergo crollato “Duca degli Abruzzi”, abbiamo cercata la gatta, probabilmente mamma, ma non l’abbiamo trovata. Abbiamo trovato altri 3 gatti, ce ne deve essere un’altro probabilmente ferito (trovate tracce di sangue a intervalli regolari).
Lasciato cibo e acqua.

-Via Cardinale nr 12, p.zza del Cardinale angolo via dei Drappieri, gatto nero maculato bianco con occhi celesti. E’ un gatto spaventato a cui è difficile dare da mangiare in quanto ha trovato rifugio in un cortile inaccessibile e circondato da alto muro di cinta. Stefania ha tentato con tanta pazienza di avvicinarlo ed è riuscita a dargli da mangiare, ma è molto spaventato.
Abbiamo lasciato ciotole di cibo nel cortile con muro crollato, all’angolo con via dei Drappieri.
E’ necessario catturarlo per poterlo salvare.
Portare gabbia trappola e catturarlo. Occorre essere molto pazienti, ma bisogna catturarlo a tutti i costi.

-Piazza Duomo, grosso cane randagio bianco che abbiamo trattato con frontline e rifocillato con cibo e acqua.

-Via Campo di Fossa, ritroviamo i due cani di p.zza Matteotti visti la notte prima, che “battezziamo” Giuditta la femmina e Grisù (in onore dei nostri amici VVFF) il maschio.
Segnaliamo i cani a Cristiana Graziani la veterinaria ( 347012 8040) e cerchiamo di mettere il collare a Grisù che però non è d’accordo.
Diamo loro cibo e acqua.

-Via Agnifili, alcuni gatti randagi a cui lasciamo cibo, acqua e ciotole per evidenziare punto pappa.

-Bazzano, nel pomeriggio decidiamo di tornare da mamma gatta per verificare se è tutto a posto, e lasciamo anche cibo e acqua alla colonia felina del paese.

-S. Felice D’Ocre, piazzetta del parco giochi con grande fontanile sulla strada principale, una numerosa colonia felina a cui abbiamo lasciato cibo e acqua.

ATTENZIONE, in questo paese seguendo la strada principale (via della libertà) all’uscita dal paese in direzione di Avezzano, sulla sinistra c’è una via stretta (via dante Alighieri),. Sul lato inferiore di questa via (zona rossa) c’è un muro crollato e un deposito di materiali edili in un cortile. Nel cortile e nel grande campo retrostante c’è un bellissimo cucciolone di pastore abruzzese bianco che ci è stato segnalato molto affamato e, di conseguenza, diventato predatore di galline.
Si è lasciato avvicinare quanto basta per poter essere preso con bastone e cappio, ma con un po’ di pazienza è un cane che si lascia prendere, senza stressarlo troppo e senza violenza.
Lo abbiamo sfamato ( e che fame!) e abbiamo lasciato tanto cibo nel deposito edile dove abbiamo visto và a dormire.
Era ormai buio e pioveva, e per noi era molto difficile provare a catturarlo.
E’ da catturare assolutamente per evitare che venga soppresso dai contadini locali.

Tra le rovine del paese inoltre vi sono diversi gatti randagi affamati a cui noi abbiamo lasciato cibo e acqua.

-Civita dei Bagni, in via Marsicana di fronte al num 42 (sulla strada principale), c’è un frutteto dove staziona un lupoide randagio (da nove anni!)di taglia medio grande in pessime condizioni generali. Era buio e pioveva e non siamo riusciti a vederlo molto bene in quanto poi il cane si è rifugiato in un grosso tubo sottostradale per lo scolo delle acque.
abbiamo lasciato cibo.

Ringrazio Stefania per la competenza dimostrata e la pazienza nel sopportare i disagi di giornate lunghe e dure.
E soprattutto per l’amore che ha dato ai nostri amici senza voce e ora anche senza casa.

Posted in LIDA, LIDA Firenze | 2 Comments »

Lamento Rumeno Onlus – Intervento L’Aquila

Posted by lidafirenze su 12 maggio 2009

L’AQUILA 18 APRILE 2009

Situazione caotica e piuttosto disorganizzata quella riscontrata a l’Aquila.
Un caro ringraziamento a Paolo Migliaccio della Lav e collaboratori che ci ha dato l’opportunità di renderci utili finalizzando l’obiettivo per cui c’eravamo recati sul posto.
Abbiamo visitato le tendopoli facendo un censimento delle persone ospitate con animali da compagnia.

aquila01

Coppito, S.Marco, Colle, Preturo, Casalina, Pozza, sono le zone in cui abbiamo portato le donazioni raccolte, dando alle persone cibo, antiparassitari, ciotole, collari, guinzagli e trasportini.

cuccioli

Nelle zone limitrofe a l’Aquila ci sono paesi evacuati dove sono ancora presenti animali; alcuni di questi ricevono cibo dai proprietari che avendo abbandonato le loro case per raggiungere le tendopoli, si recano periodicamente sul posto; una situazione difficile, monitorata per quanto possibile dai volontari.
Abbiamo distribuito cibo e quando possibile fatto il trattamento antiparassitario ai cani e gatti che abbiamo incontrato nelle zone evacuate.

aquila03

aquila04

Episodio spiacevole quello riguardante un cane da noi ritrovato abbandonato sul retro di un’abitazione che i vicini hanno riferito essere in quelle condizioni da circa un mese.
adottati

Il cane, alquanto anziano, in stato di shock, con una forma tumorale cronica avanzata e’ stato da noi soccorso e trasferito presso il presidio veterinario della tendopoli di Centicocella. Inispiegabile la scelta di dimettere il cane una volta stabilizzato; incomprensibile il rifiuto di accettare la donazione di una considerevole quantita’ di materiale sanitario da noi raccolto per l’occasione con la giustificazione che la prassi non lo prevede.
Ci siamo recati alla tendopoli di Piazza d’Armi, senza poter beneficiare dell’aiuto di nessun medico essendo arrivati dopo le ore 20.00; nessun presidio veterinario e’ disponibile 24 ore su 24.
Dopo numerosi tentativi e decine di chiamate senza riscontro, ci siamo quindi diretti a Villa Sant’Angelo.
Ringraziamo sentitamente la Protezione Civile Sezione Alpini dell’Emilia Romagna, in particolare il Sig. Walter Tinelli, che alle ore 23, dopo un’estenuante viaggio iniziato all’alba ed una giornata davvero impegnativa, ha dato ospitalita’ a noi e al cane.

Trasferito presso Unita’ Sanitaria Veterinaria di Collemaggio domenica mattina, il cane e’ deceduto il giorno seguente.
Non avendo la possibilita’ di effettuare un emocromo sul posto, abbiamo portato a far analizzare il siero a Piazza d’Armi senza alcuna utilita’.
Manifesto una certa perplessita’ in merito alla morte del cane, sopravvissuto per un mese in quello stato, seriamente malato abbandonato a se stesso al freddo, adagiato in una buca profondissima, improvvisamente morto dopo essere stato ristabilizzato, in un presidio veterinario dove avrebbe dovuto essere costantemente monitorato.
Grazie per la collaborazione a Renato Brusa, Fioretto Yari, le veterinarie Rita e Chiara.

http://www.lamentorumeno.org/ita/ultimoagg.html

Posted in Notizie da altre associazioni | Leave a Comment »

PER AIUTARE I PROPRIETARI A RITROVARE I LORO ANIMALI PERSI DURANTE IL TERREMOTO

Posted by lidafirenze su 12 maggio 2009

APPELLO URGENTE A TUTTI COLORO CHE HANNO SALVATO ANIMALI IN ABRUZZO – MASSIMA DIFFUSIONE!!
AIUTIAMO I PROPRIETARI DEGLI ANIMALI PERSI DURANTE IL TERREMOTO A RITROVARE I LORO BENIAMINI!!!!
In Abruzzo ci sono molti proprietari che stanno cercando i loro animali, persi durate il terremoto!
A TUTTI COLORO CHE HANNO AIUTATO GLI ANIMALI VAGANTI (cane, gatto, pesciolino, coniglietto o serpente che sia..) TRA LE MACERIE DEL TERREMOTO PORTANDOLI IN STALLO IN VARIE CITTA’ ITALIANE:
SE GLI ANIMALI CHE AVETE AIUTATO NON SONO STATI IDENTIFICATI E SCHEDATI PRESSO LA ASL, VI CHIEDIAMO DI SEGNALARLI ALL’UNITA’ DI CRISI.
POTETE TELEFONARE AL SEGUENTE NUMERO:
347.4950.058
COMUNICANDO UNA DESCRIZIONE DELL’ANIMALE E DOVE E’ STATO TROVATO E DOVE E’ STATO PORTATO.
O MEGLIO ANCORA, INVIARE UNA MAIL A: elvira.damiani@tin.it
INVIANDO UNA FOTO DELL’ANIMALE, UNA DESCRIZIONE, IL LUOGO DOVE E’ STATO TROVATO E IL LUOGO DOVE E’ STATO PORTATO IN SALVO.
AIUTATECI A RIUNIRE GLI  ANIMALI AI LORO PADRONI!!!!!!
PER CHI ANCORA DEVE ANDARE A DARE UNA MANO (che serve ancora!!) SI RACCOMANDA DI NON AGIRE DI TESTA PROPRIA!! SE RECUPERATE UN ANIMALE PRIMA DI PORTARLO VIA RIVOLGETEVI ALLA ASL VETERINARIA PER FAR SI CHE VENGANO IDENTIFICATI E SCHEDATI.
NON TOGLIETE L’ULTIMO PEZZO DI VITA E DI NORMALITA’ RIMASTA E UNA PESONA TERREMOTATA!!!
ECCO I RIFERIMENTI SEMPRE VALIDI A CUI RIVOLGERI:
Per coordinamento, segnalazioni di animali ancora intrappolati dentro le case nella zona rossa e altre segnalazioni inerenti animali:
Unità di crisi 340.13.47.340 oppure 347.57.74.850
Responsabile canile sanitario Asl dott. Mancini 339-2309317(solo in caso di reale emergenza irrisolvibile tramite Unità di crisi)
Volontari dell’Aquila (regolarmente accreditati) presenti e attivi TUTTI I GIORNI SUL POSTO e a conoscenza di quasi tutte le situazioni locali, per qualunque informazione, per aiuti e contributi:
Elvira 393-3567046
Fabiana 347-0810209

Posted in Notizie da volontari indipendenti | Leave a Comment »